Immaginazione e realtĂ  nel “Giallo dei gialli” firmato da Hitchcock

di

Forse una pellicola come “La finestra sul cortile”, diretta dal genio Alfred Hitchcock nel 1954, non esiste al mondo, perché non esiste un film probabilmente come questo che è in grado di giocare così tanto sulla realtà e sull’immaginazione mentale, al punto tale che la storia pare tutta una proiezione del protagonista, finché si scopre alla fine che aveva ragione e che, dunque, realtà ed immaginazione possono coincidere.