Cristina Volpi vola dall’Enciclopedia dei Poeti al Salone Internazional del Libro

Cristina Volpi è una giovane autrice e poetessa italiana.
E’ assai stimata dai follower, le sue poesie sono super apprezzate sui social.
Per lei la scrittura e` la sua passione da sempre!

A che età sentì la vocazione per la poesia ?
Ho iniziato a scrivere a 14anni.
Ero all’Istituto Magistrale ..studiavo i poeti, tra cui Leopardi.

Che emozioni prova quando vince un concorso ?
Incredulità mista e felicità per esserci riuscita… comunque forte sensazione per l`ultimo, sull`Enciclopedia dell’Aletti Editore. Ci avevo provato qualche anno prima ma non ci ero riuscita, quindi l`emozione è stata più forte perché avevo accantonato il progetto!

Ricorda il titolo della sua prima lirica ?
Ne ho diverse.. cerco di ricollegare.
Una tra le prime è “Amicizia” .
Un sentimento al quale do molto valore e significato.

Dove prende ispirazione per i suoi componimenti ?
Dai viaggi, dalle situazioni che vivo, dalle relazioni sociali… Ogni elemento può essere fonte di ispirazione.

Come si chiama la sua recente pubblicazione ?
#Messaggi43 uscito a fine febbraio 2018.
Collana poetica di Quattro autori e 23 poesie a testa… Unica donna è il filo conduttore tra i miei testi… l`intensità analizzata in ogni sfumatura : la passione, il ricordo, l`armonia in versi….

Oltre all’arte della scrittura, ha altre passioni ?
L`arte a 360° !!!
Assidua frequentatrice di mostre.
Mi piace il teatro e l`opera…

Che mi racconta del Salone Internazionale del libro di Torino ?
Esperienza affascinante, coinvolgente.. Mi trovavo lì non solo come lettrice e visitatrice, ma anche come autrice di “Messaggi 43”.
Inoltre ho avuto la fortuna di essere seguita dal blog letterario “leggere fa bene” che ha valorizzato al meglio il mio ruolo.

Cos’è per lei la poesia ?
È linfa pura che mi nutre. È energia… è la voglia di esprimere ciò che sento.. cercando di emozionare anche gli altri con le mie sensazioni… I miei pensieri !!!

Il sogno di Cristina continua… e non possiamo che augurarle un grande avvenire

🔘 Vincenzo Marrazzo

RIPRODUZIONE RISERVATA